Comunicato #2 2005

L’associazione Metro Olografix apprende con sdegno e sgomento le notizie che circolano in rete in queste ore in merito all’abuso
perpetrato ai danni dell’associazione Autistici/Inventati.

Si apprende infatti che la Polizia Postale, al fine di compiere un’indagine con regolare mandato su un collettivo anarchico mediante intercettazione dei messaggi di una casella di posta elettronica, si e’ messa nelle condizioni, all’insaputa di tutti, di poter leggere ogni messaggio di posta in transito su quella macchina, violando palesemente ogni diritto sulla riservatezza dei dati personali di persone estranee alle indagini.

Non vogliamo assistere in silenzio all’ennesima dimostrazione che il cittadino possa passare in secondo piano se “necessario” e non intendiamo rimanere impassibili mentre i diritti dell’intera collettivita’ vengono calpestati e violati.

Per questa ragione Metro Olografix esprime tutta la sua solidarieta’ all’associazione Autistici/Inventati e chiede a gran voce che venga fatta chiarezza sull’accaduto nella speranza che questo episodio non rappresenti l’ennesimo pezzetto di liberta’ silenziosamente sottratto a noi tutti.

Per maggiori Informazioni: http://www.autistici.org/ai/crackdown

L’Associazione Culturale Metro Olografix

Questa voce è stata pubblicata in Metro Olografix. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.