Cyber Freedom in onda

Siti web chiusi e minacciati, riviste soffocate da denunce e giochi di potere, giornalisti scomodi e mobbizzati, tv di quartiere oscurate e imbavagliate: questo il resoconto audio del convegno che ha descritto lo stato dell’informazione alternativa e della censura in Italia.

Il convegno, svoltosi a Pescara il 3 settembre 2005, e’ stato organizzato dalle associazioni Peacelink di Taranto e Metro Olografix di Pescara; a dare la loro testimonianza, a raccontare le loro storie, sono intervenute persone, giornalisti, mediattivisti, siti web, riviste, associazioni e altre espressioni della societa’ civile che hanno subito episodi di censura diretta o indiretta da parte di poteri e istituzioni che hanno limitato in vari modi il diritto alla libera espressione sancito dalla costituzione.

“Le nuove tecnologie dovrebbero favorire il libero scambio di idee – ha dichiarato il presidente di Metro Olografix Alessio Sclocco – ma negli ultimi anni l’informazione e’ sempre piu’ censurata e imbavagliata, non solo su Internet, anche nelle edicole e nelle librerie. Abbiamo cercato di far incontrare persone che hanno subito varie forme di censura proprio per ragionare assieme sulle alternative possibili all’attuale sistema mediatico”.

“Questo incontro – ha aggiunto Carlo Gubitosa, segretario di PeaceLink – Ŕ servito per confrontare esperienze di comunicazione diverse tra loro per forme e contenuti, ma accomunate da forme di reazione repressiva, censoria o autoritaria. Alcune di queste esperienze si sono concluse positivamente, affermando con forza ancora maggiore il diritto alla liberta’ di espressione e di comunicazione.
Altre vicende sono ancora in sospeso, e l’esito positivo o negativo di queste azioni di lotta alla censura e alle repressione dipendera’ anche dall’attenzione dell’opinione pubblica”.

Programmazione su Radio Dissident: http://radiodissident.blogspot.com

Lunedý 30 gennaio 2006, 8,00:14,00
Mercoledý 1 febbraio 2006, 14,00:20,00
Venerdý 3 febbraio 18,00:24,00

Scaletta del programma:

1. Spot di Radio Dissident
2. Pink Floyd – Another Brick In The Wall, Part 3
3. Presentazione di Carlo Gubitosa
4. Stefano Pallotta
5. Gubitosa, Chiccarelli, Sclocco
6. Fiona Apple – Extraordinary Machine
7. Liberta’ di espressione e reti di “file sharing” – avv.Andrea Monti, Presidente ALCEI
8. Fiona Apple – Get Him Back
9. Antimafia imbavagliata: l’oscuramento di www.accadeinsicilia.net – Carlo Ruta, direttore collane editoriali
10. Fiona Apple – O’ Sailor
11. La “Catena di San Libero” e l’esperienza di un giornalista scomodo – Riccardo Orioles, giornalista
12. Tusio De Iuliis, Reporter Associati
13. Fiona Apple – Better Version Of Me
14. Le vicende di Autistici/Inventati, Indymedia, Isole Nella Rete – avv. Gilberto Pagani, AED Avvocati Europei Democratici
15. Fiona Apple – Tymps (The Sick In The Head Song)
16. La Full Disclosure : cos’e’, a cosa serve, perche’ e’ proibita. – Stefano “raistlin” Zanero, s0ftpj
17. Fiona Apple – Parting Gift
18. Il caso di censurati.it – Alessandra Marsilii
19. Fiona Apple – Window
20. Vecchie e nuove censure nella storia dell’informazione italiana – Luca Kocci. redattore Adista
21. Fiona Apple – Please Please Please
22. Discovolante Tv: storia di una Telestreet – Enea Discepoli
23. Fiona Apple – Oh Well
24. Ma il sistema televisivo e’ democratico? – Mario Albanesi, Coordinamento Nazionale Nuove Antenne
25. Fiona Apple – Red Red Red
26. Storia di una censura color porpora – Rita Pennarola (condirettore “La voce della campania”)
27. Fiona Apple – Not About Love
28. La censura nei fumetti e nei cartoni animati giapponesi in Italia – Nicola D’Agostino, freelance
29. Fiona Apple – Waltz (Better Than Fine)
30. C’era una volta a Parigi: una breve storia della Olympia Press – Anna Battista, freelance
31. Pink Floyd – Comfortably Numb

“Nel tempo dell’inganno universale, dire la veritÓ Ŕ un atto rivoluzionario” G. Orwell

Questa voce ├Ę stata pubblicata in Eventi. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.