Come presentare la domanda


La domanda, intestata al Ministero della Difesa, Ufficio Levadife, deve contenere:

E' prevista la possibilità di indicare nella domanda l'area vocazionale di impiego, ossia la disponibilità a svolgere un servizio nell'ambito di piani di lavoro attinenti ai settori di attività previsti dalla legge 772.

Attualmente gli enti si collocano in 4 aree vocazionali:

È possibile, inoltre indicare nella domanda la preferenza a svolgere il servizio presso un ente con il quale si sia concordato un piano di impiego, che in tal caso dovrà essere allegato alla stessa.
La domanda, datate e autenticata deve essere presentata al Distretto Militare o Capitaneria di porto di appartenenza - può essere consegnata a mano o spedita, tramite racomandata con ricevuta di ritorno; qualora la si consegni a mano è bene farsi rilasciare una ricevuta, oppure farsene timbrare una copia.
Non è obbligatorio presentare altri documenti.

La domanda va presentata entro 60 giorni dall'arruolamento ( decorrenti dall'ultimo giorno della visita di leva), oppure, per chi beneficia del rinvio per motivi previsti dalla legge, entro il 31 dicembre dell' anno precedente la chiamata alle armi.

La presentazione della domanda, sospende automaticamente la chiamata, finquando il Ministero non si sia su di essa pronunciato.

Il Distretto militare svolge un'indagine sull'obbiettore, verificando le sue dichiarazioni relative al porto d'armi e alle eventuali condanne e incaricando spesso i carabinieri di fornire una documentazione sulla persona. Pertanto esiste la concreta possibilità di essere chiamati dai carabinieri o dalla polizia (o che questi si presentino al vostro domicilio) per un colloquio, il cui scopo è quello di appurare l'esistenza o meno di cause ostative. In tale occasione è bene riaffermare le motivazioni espresse, ma non si è obbligati a dar risposta a domande provocatorie. Prassi vuole che i tempi di atesa siano ben superiori ai 6 mesi che la legge 772 prevede per l'accoglienza della domanda.

Quando l'obiettore ha notizia del riconoscimento si producono alcune conseguenze:


torna alla Pagina dell'OdC
HOMEPAGE