Mar 10

ieri

Category: vita

sono tornato a casa, dopo una cena ad Avelio’s

mi metto davanti a Youtube (smarttv) e mi viene proposto di vedere questo video:

lo guardo tutto, nonostante i 20 minuti

c’è qualcosa che mi incuriosisce.. a parte la vicenda in sé

c’è qualcosa che mi incuriosisce nel modo in cui lui parla. è lucido, si esprime bene, ma è come se sentissi che “ha qualcosa di strano”.. come se si stesse sforzando per esprimersi in maniera normale.

dopo mi viene la curiosità di cercare altre info su questo Nardi… e scopro con stupore che … è morto poche ore prima

No comments

Feb 26

WordPress 5

Category: activity_log,tmrc

bah, mi è toccato farlo (intendo: l’aggiornamento di Wordpres….)

spero che ci sia un modo per usare il “vecchio composer”…. o mi abituerò a quello nuovo? va detto che questo blog sta in piedi da WordPress 1.0 o giù di lì…

Il primo marzo succederanno un paio di cose.

una di queste, è che partirà un apposito cron che mi manderà un’email che mi dirà: inizia ad usare Fedora/CentOS!

$ crontab -l
0 1 1 3 * echo asd | mail -s "inizia ad usare CentOS/Fedora" sugobalugo @ gmail.com

ebbene sì.

devo dire che di questa cosa, devo rendere merito a isazi.

sapete…quando tanti anni fa, la gente si chiedeva “e tu, che distribuzione usi?”

lui mi disse: “mah, ogni 6 mesi la cambio, dopo un po’ mi stufo.”

nel mio caso, da un po’ di tempo ho deciso di riprendere questa filosofia, un po’ perché volevo mantenermi “in allenamento” con Linux, e in più è una cosa che mi è utile sul lavoro

sicché, il 1 marzo installerò su tutti i miei computer sistemi operativi che hanno bisogno dei pacchetti RPM per funzionare (non mi sono mai stati simpatici, ma tant’è…)

ma prima cosa usavo? OGGI cosa uso? 🙂

Uso FreeBSD. Purtroppo su alcuni PC in dual boot con Windows 10 (il client VPN che mi serve per il lavoro lo impone..)

e, sì, c’era un altro cron in esecuzione prima, che ogni tot mi invitava a leggere il capitolo successivo dell’ottimo Handbook.

..perché volevo procedere in maniera strutturata.. per curiosità sono andato a vedere quando era cominciata ‘sta storia e.. minchia, UN ANNO!

ma perché installare “fisicamente” un determinato OS, al posto di usarlo su qualche macchina virtuale?

beh, di questo invece devo rendere atto ad Attilio

lui diceva: “se vuoi imparare ad usare un sistema operativo, devi usarlo come desktop”.

non ha tutti i torti. specie se, come me, cerchi di farlo in maniera “integralista”.

perché nella quotidianità sarai più o meno obbligato a scontrarti con delle problematiche, un giorno riavvierai il computer e non farà il boot e tu dovrai capire perché, etc..

sicuramente dopo un po’ avrai una confidenza maggiore, rispetto a uno che “ha solo studiato gli howto e fatto delle prove con macchine virtuali”.

mi mancherà BSD (ma non la disinstallerò da tutti i PC.. da qualche parte la lascio 🙂

stanotte l’ho pure sognata, giusto norm? 🙂

No comments

Jan 31

Ultimately

penso che…

non l’esecuzione di un brano musicale stupendo,

non la scoperta di chissà quale vaccino miracoloso,

non l’invenzione di qualcosa di rivoluzionario…

…ma l’empatia verso una persona… quella è l’espressione più meritevole (per me) di una vita ben spesa

2 comments

Jan 1

Metto a verbale che…

Category: musica,vita

La prima musica ascoltata nel 2019 (a parte la roba ascoltata ieri sera durante la cena del 31…) è:

Can – Future Days (sì, me lo sono sentito a 0.5x, durante la sessione mattutina di yoga)

Ben Frost – Theory Of Machines

Propositi per il 2019? Ci riuscirò a non mangiarmi le pellicine? Riuscirò ad alzarmi dalla sedia PRIMA che lo stress/nervosismo prendano il sopravvento, in ufficio?

Chissà se mi dovrò operare alla cistifellea. Stay tuned

1 comment

Nov 27

~

in questi giorni è morta la madre di una ragazza che conosco, da quando ero piccolo
che poi ho perso di vista per moltissimo tempo..

mi ricordo che da piccoli, io e un altro compagno monello da cui sicuramente mi facevo trascinare, chiamavamo questa ragazza…

…facciamo finta, se si chiamava “anna”, noi la chiamavamo “maciopanna”

lei si arrabbiava molto per questo soprannome
io non ho mai capito bene perché. non c’era nulla di offensivo.

e sicuramente all’epoca non potevo realizzare che “macio” potesse indicare “macho, maschio, maschiaccio” o cose simili.

ma..
dopo tanti anni, io questa ragazza l’ho rivista e mi ha detto pressoché subito di essere omosessuale (era con la sua fidanzata quando l’ho vista).

e così oggi mi è venuto in mente di ripensarci.

e se fosse per questo che lei, da piccoli, si arrabbiava per quel soprannome?
è possibile che lei.. a 7, 8 anni.. “sentisse” qualcosa? che fosse già consapevole?

in effetti.. io penso che per un certo tipo di persone, i confini non sono mai proprio netti.
insomma: dire “sono etero” – “sono gay”

ci sono stati momenti in cui ho avuto parecchia ansia a riguardo.

non molto tempo fa “rischiavo” di andare ad abitare con un ragazzo con cui già abitavo (L, ecco perché oggi ti pensavo…), e con un suo amico gay.

io ho messo le mani più che avanti: “se sono gay, lo voglio scoprire il più tardi possibile”.

lasciando da parte il discorso che, a parte rare eccezioni, la compagnia di una mente maschile è sempre stata nettamente più piacevole di una mente femminile..

direi di essere 85%-15%

perché cmq, mi piace toccare tutti

stasera sono abbastanza sereno

tornando da casa di M, da Chieti, avevo proprio voglia di ascoltare questo brano:

No comments

Nov 11

Pic

Oct 31

Mold boy

che fascino questo disco…. lo ascolto spessissimo in questi giorni

No comments

Sep 30

il pomeriggio che bruciammo Chrome

ogni tanto incontro brani che ho voglia di ascoltare più volte di seguito (molto raro)

e anche quest’altro

…I don’t believe you….

p.s., yes, da oggi vorrei tornare a recuperare qualcosa della mia passata identità digitale.. chissà se lo faccio perché sento che la mia identità reale stia svanendo…

good afternoon

1 comment

Jul 13

evolution

now playing:

Plaid – Double Figure (2001) FULL ALBUM

Oggi (e ieri) è un grande giorno.
ho messo le zanzariere a casa
“GRANDE AVANZAMENTO DELLA QUALITA’ DELLA VITA” (cit. Norm, parlando del fatto di servirsi o meno di una donna delle pulizie)

ora devo cercare di sconfiggere l’odore di piscio/sperma/pelo di gatto proveniente da casa di mia zia, accanto.

cciasanta, ma perche’ la gente deve tenere cosi’ male gli animali? che poi me li fa odiare?

oggi (dopo aver bevuto una certa quantita’ di birra (*), sono tornato a casa e mi sono messo a sfogliare il mio immenso hard disk. immenso non tanto perche’ è da 1 TB, ma perche’ è pieno di ricordi…

sono finito in D:\guitar
e lì ho trovato un file di testo, risalente ai tempi d’oro in cui il protocollo NNTP era l’unica cosa che mi motivava ad accendere il computer.

e insomma c’era questo esercizio di un frequentatore del newsgroup IAMSC (it.arti.musica.strumenti.chitarra), che usava una certa quantita’ di nick, tra cui BlueDolphin.

mi ricordo bene il suo nome vero.
anche perche’, anni fa (tipo 20 anni fa), ho fatto la “pazzia” (direi oggi) di andare a stare qualche giorno a casa sua, un semi-perfetto sconosciuto, ma ci avevano unito ore e ore di chiacchierate su irc e post sul newsgroup.

mi ricordo essenzialmente 2 cose. anzi 3.

1) la tastiera “ergonomica”, chissa’ se riuscirei mai ad usarla
2) il fatto che lui stesse con una , più piccola di lui, bruttina, e di cui lui diceva “mah adesso ci sto perche’ non ho di meglio da fare, poi se mi scoccio la mando a cacare” – e io (ancora vergine), mi stupivo di questo suo modo di esprimersi
3) una sera, ci stavamo per addormentare, lui pero’ doveva riuscire non so perche’, allora è sceso sotto casa. dopodiche’ una certa quantita’ di schiamazzi, mi affaccio, e vedo che c’è

3a) un tizio atterrato, a pancia in su, con il braccio destro disteso , alla cui estremita’ c’è un coltello
3b) un tizio che gli sta sopra, e che gli tiene il braccio destro disteso di cui al punto 3a
3c) il mio amico BlueDolphin, che si mette a correre per chiamare la polizia (non erano ancora molto diffusi i cellulari)

beh, l’ho cercato su Linkedin.
l’ho trovato.
anzi, lui LAVORA A LINKEDIN.
c’ho scambiato 2 chiacchiere, lui ora sta a San Francisco

(*) in questi giorni a lavoro viene ogni tanto un consultente , che usa spesso il modo di dire “una certa quantita’ di “… mi piace molto 🙂

– “se configuri le cose in quella maniera, ci potrebbe essere poi una certa quantita’ di caos”
– (davanti a me con 2 portatili + il computer fisso di lavoro) “france’ noto che hai una certa quantita’ di computer”

anyway, grazie, birra IPA

3 comments

Jun 9

room

mi sarebbe piaciuto essere anche io in quella stanza e contribuire in qualche modo 🙂

1 comment

Next Page »